VIVENDO NUTRIAMO E SIAMO NUTRITI

Sembrerà strano a dirsi ma quello che nutre davvero la vita, di cui abbiamo realmente bisogno e che adesso ci viene chiesto, è il sentirsi parte integrante della vita stessa. Sentirsi padroni degli elementi, attori consapevoli senza paura e quando si è nella certezza di questo, tutto fluisce perché ci si allinea al progetto dell’anima.

Siamo incarnati per tornare ad essere pieno flusso di esistenza ma per esserlo è bene prendere coscienza del fatto che ogni energia è nutrimento e viviamo costantemente nutrendo ed essendo nutriti; diamo all’esterno la nostra energia frequenza che nutre il mondo e riceviamo l’energia del mondo che ci nutre.

Quindi nutriamo e siamo nutriti dall’energia invisibile che sottende a tutte le cose…

NON SOLO CIBO

Non solo cibo quindi ma pensieri, parole, emozioni… e dato che, per la legge dell’Economia Cosmica, per ricevere bisogna prima dare, più siamo e ci sentiamo liberi nel flusso del creare e ci sentiamo nella Grazia della vita potente che crea allineata all’Amore, più la vita ci risponde con Grazia e Amore.

Qualsiasi energia/frequenza emaniamo è una vibrazione illimitata che permea il campo (quantico) di infinita energia intelligente che ci circonda per restituirci esattamente quello che abbiamo emesso.

Annalee Scarin in un suo libro scriveva: “Impara a controllare le vibrazioni dei tuoi pensieri e terrai nelle tue mani le chiavi della vita eterna. L’energia eterna che è sostanza di tutta la materia, la potenza dell’esistenza negli atomi con il vorticare delle loro molecole ed elettroni in tutte le sostanze terrene, non sono ne più ne meno che vibrazioni condensate al punto di diventare tangibilità lenta, pesante e mortale. Controlla le vibrazioni, e a ciò verrà aggiunto il potere di controllo su sostanza e materia. Significa ottenere la chiave per gestire la Vita Eterna, perché l’energia è vita e la vita, la luce, l’amore e l’energia sono elementi eterni, vibrazioni create dai pensieri della mente”.

LA FREQUENZA EMANATA

La frequenza emanata da ognuno è direttamente proporzionale alla maestria che egli ha dei suoi pensieri, parole ed emozioni, quindi la magia del nutrirsi, gesto potente di scambio tra una vita ed un’altra, sta nel ringraziare tutto l’esistente attraverso il cibo vero che ingeriamo.

In questo e in altri modi “sublimiamo” il cibo restituendolo alla sua componente energetica sottile ed affermiamo la nostra consapevolezza del ciclo della creazione: l’energia diventa materia per poi tornare alla fonte della sua creazione. Che è poi quello che diceva Sai Baba di quest’epoca… un momento in cui bisogna spiritualizzare la materia tanto quanto materializzare lo spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *