L’ENERGIA DEL RESPIRO E L’ELEMENTO METALLO

Respirare ci connette all’essenza vitale; per questo si inizia ogni meditazione dicendo “respira” e vai nel cuore …

L’energia che guida il respiro è la nostra essenza vitale, divina e collegarci a lei ci da la possibilità di sperimentare con appagamento la sua natura di amore e gioia, libertà e creazione senza limiti…

Nell’atto di respirare infatti rendiamo ottimale sia l’ingresso di ossigeno che di prana, chi, l’energia della forza vitale universale (campo quantico).

Respiriamo l’infinito campo di energia in cui siamo immersi, ci riappropriamo della libertà di farlo e tutto questo diventa coscienza che rivitalizza, guarisce e trasforma le strutture cellulari.

Riconquistiamo interiormente il nostro spazio vitale e la libertà che sostiene la vita: ritroviamo noi stessi.

Sappiamo che il cuore comanda su tutto il nostro sistema influendo costantemente sui polmoni, la colonna vertebrale e la mente e ad ogni battito del cuore, nell’istante seguente, si attivano le vibrazioni del cervello.

L’energia di fine autunno e inizio inverno, il Metallo, riporta l’attenzione sul respiro (polmoni) e la nostra capacità di lasciar andare quello che non serve più (intestino crasso)

Per questo serve un tempo di interiorizzazione, di silenzio, per riconoscersi nella propria vera natura e scegliere la libertà di agirla “respirandola” e manifestandola: un tempo di scelta epocale questo, per dire SI a chi siamo veramente e un NO potente al ruolo di marionette ipnotizzate.

Mentre fluiamo rapidamente verso il solstizio, cogliamo questo tempo d’inverno che ci aiuta a stare dentro per dire SI all’amore per noi stessi, quell’amore che è integrazione di tutto ciò che siamo ricordando che il dantesco inferno è soltanto l’esilio dalla vera natura, dalla nostra essenza vitale che è pura vita che si autosostiene.

Respirando nel cuore che contiene la memoria di tutto ciò che siamo, nell’eterno presente, in assenza di mente, a tu per tu con la nostra essenza, attiviamo il fuoco della vita che brucia gli elementi che ostacolano il processo vitale.

Il cuore comanda sulla mente; il primo suono che sentiamo ancora nell’utero è il battito del cuore. Torniamo ad ascoltare quel suono respirandolo perché è il battito della vita che ci appartiene, quello che integra in noi lo spirito della vita, lasciando andare ciò che non serve più.

Esiste un disegno armonioso e perfetto in ogni cosa, si tratta di comprenderlo ed assumercene la responsabilità.

Re-spons-abilità= capacità di sposarci con noi stessi, di mettere pace nella relazione con noi stessi.

Respirando uniamo espirazione ed inspirazione ed entriamo in comunione con la nostra essenza consentendoci di estrarre il meglio da noi ed attualizzarlo.

IL respiro è l’energia del primo inverno che ti chiede di esprimere la tua voce.

Quale parte di te, della tua terra interiore non hai ancora espresso fino in fondo?

Domandati chi sei e dillo prima di tutto a te stesso; abbi il coraggio di esprimere la vera voce della tua natura, la voce della tua essenza.

E’ questo che fa la differenza, che può riempire il tuo essere e condizionare il tuo avere.

Abbi il coraggio di dire dei SI chiari e dei NO ancor più chiari nella tua vita.

Ascolta nel tuo addome le radici profonde di quello che tu sei e le tue reali esigenze abbandonando quelle della coscienza collettiva.

Ritirati in te stesso e ascolta la voce della tua essenza che ti canta nel corpo.

Siamo tutti incarnati per essere soltanto e fino in fondo quello che siamo ed è questo che ci consente di fare il salto di frequenza ora richiesto, di sentirci veramente padroni della nostra vita e costruire il nuovo.

E questa scelta individuale costruisce una coscienza collettiva che consente al pianeta di evolvere.

Anche se può risuonare difficile in questo momento quello che conta è la scelta interiore individuale e tutto dipende da questo.

Respira la tua essenza nel pieno amore nei confronti di te stesso e della vita.

Respira l’Amore che permea tutte le cose e sentiti respirato da questo Amore infinito, dall’energia dell’essenza vitale, che è creazione pura, Madre Divina che sostiene, nutre e da vita ad ogni cosa.

Inspira l’Amore dell’essenza creatrice ed espira l’Amore che tu sei, quello che hai dentro, che ti consente di essere parte di questo infinito respiro di Amore creatore, il campo di illimitato Amore creatore intelligente.

Immergiti in questo oceano d’Amore attivo che è vita e sentiti respirato per quello che sei, libero da ogni sovrastruttura.

L’AMORE E IL SISTEMA IMMUNITARIO

Sembrerà strano ma nessuno o quasi ci ha insegnato ad amarci.

E invece è la cosa di cui il nostro sistema “mente, corpo e anima” ha più bisogno.

Un affare scottante

Quando si parla di amore facilmente si pensa ad altro da se ma, tra le nostre “prove umane” c’è invece proprio quella di imparare ad amare se stessi. Compreso il corpo che la nostra tradizione occidentale religiosa ci ha invece abituato a tenere in cantina.

E infatti spesso il corpo è “un corpo estraneo” la cui cura deleghiamo ad altri come fosse un affare scottante.

Il corpo è un sistema perfetto

Ma adesso è davvero il momento di aprire gli occhi sul fatto che il nostro corpo è un sistema perfetto strutturato di tutti gli elementi di cui è composto l’intero universo, fatto ad immagine e somiglianza dell’universo intero.

Siamo microcosmi perfetti che riflettono il macrocosmo e che, come tutta la vita creata, funzionano ad amore.

L’amore è la benzina, il carburante e il collante di ogni cosa.

Ogni specie serve all’altra per evolvere

E la natura questo lo sa bene, laddove ogni specie serve naturalmente l’altra al fine dell’evoluzione.

Le piante e gli esseri umani hanno infatti una relazione simbiotica: le piante hanno bisogno degli umani per diffondersi e sono in cambio indispensabili per la vita umana.

Attraverso la magia della fotosintesi, trasformano la luce solare in energia allo stato puro che crea e sostiene tutta la vita facendo in modo che noi possiamo utilizzarla per svilupparci al meglio e noi a nostra volta perpetriamo questo ciclo piantando e coltivando nuovi semi nella terra.

Le piante e gli alberi sono esseri altamente evoluti che si alimentano esclusivamente di luce e minerali e il corpo umano, attraverso l’assunzione di vegetali assimila la vera forza della vita, l’essenza di luce che è dentro alle piante.

i vegetali hanno una coscienza

I vegetali hanno una coscienza che ci trasmettono nel momento in cui ci nutriamo di loro; ognuno ha un suo messaggio specifico ma quello che li accomuna è la coscienza d’amore/sostegno per la vita e di essere parte di una vita più grande.

Contengono poi vitamine e minerali che immettono nel nostro sistema il messaggio dell’amore e del sostegno così come proteine e carboidrati ci impregnano di nutrimento ed energia.

Nutrirsi di vegetali è quindi un grande gesto d’amore che possiamo fare per noi stessi e che ci aiuterà anche ad avere maggiore lucidità e connessione col corpo e con noi stessi.

Torniamo ad essere padroni della nostra vita

Nonostante il periodo di caos e sfrenato dualismo possiamo tornare ad essere padroni della nostra vita risvegliando l’innata capacità di rigenerazione del corpo umano.

E il primo passo è quello di essere in amore con se stessi e con la vita consapevoli che tutte le nostre ghiandole e sistema immunitario reagiscono al nostro stato d’animo istantaneamente.

Amiamoci, sorridiamo e facciamo ciò che ci da gioia. Anche questo serve ad alcalinizzare il corpo!!!

Vai alla meditazione “IL SORRISO”

VERDURE DOLCE LA PACE DENTRO

Viviamo sul corpo della Madre Terra, immenso organismo Divino vivente che ci ospita, ci sostiene e ci ama e, come noi, sta evolvendo.

Ognuno di noi sente interiormente questo richiamo a vivere nell’onore, amore e rispetto di questo essere cosmico.

Ognuno a modo suo risuona nel suo cuore col cuore della madre terra e desidera riportarle pace.

Ma portiamo pace solo se siamo in pace dentro..

L’energia della terra, in autunno ci offre le verdure dolci tonde. Questo per riportare armonia ed equilibrio al centro del nostro corpo. E l’organo che “tiene in armonia tutte le cose” è il pancreas.

Rientrare in noi stessi

Questo ci aiuta a rientrare in noi stessi per evolvere. Capire chi siamo. Rinforzarci nella nostra terra interiore ed aprirci ad una nuova, costruttiva, modalità di scambio con il mondo.

Le verdure dolci aiutano ad alcalinizzare il corpo. Questo aiuta tutto il nostro sistema ad avere pensieri armoniosi ed equilibrati che ci consentono di ritrovare la pace. Leggi tutto “VERDURE DOLCE LA PACE DENTRO”